Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Difesa peronale’ Category

fc1.gifCome scrisse nella propria autobiografia, Frank Chodorov dei film western  apprezzava particolarmente il fatto che, a differenza di quanto si dice riguardo al selvaggio west, era  proprio l’iniziativa privata a garantire l’ordine e il rispetto della legge nella società. 

 

Malauguratamente, i grandi libri sul West sottolineano un dato che invece gli autori cinematografici  a malapena accennano e cioè che il West era “pulito” – voglio dire, sgombero di fuorilegge – non per merito della burocrazia, bensì grazie all’iniziativa privata. Il pubblico ufficiale, come oggi del resto, era più interessato al mantenimento del proprio posto lavoro che al suo svolgimento. Con quel salario, era anche abbastanza restio a rischiare la vita “per il bene della comunità” e la cosa più efficace nel mantenimento dell’ordine nella società del West era il fatto che ogni uomo portava con sé il proprio governo – precisamente nella fondina. L’impresa privata era la vendetta. A coadiuvare le pistole private c’erano la Pinkerton operative e la polizia ferroviaria – imprese private. Esse facevano ciò che si suppone lo stato abbia la competenza di fare, ovvero proteggere la vita e la proprietà. E allora come oggi, quelli che possedevano oggetti di valore da proteggere erano più propensi ad affidare l’incarico a un poliziotto professionista che un poliziotto politico. Il che porta a pensare: le persone e la proprietà dei cittadini di New York non sarebbero più sicure se fossero affidate ad una polizia privata? Ed il lavoro non verrebbe fatto ad costo minore per la cittadinanza?     

 

 

Read Full Post »

Togliete pure quei ridicoli cartelli col segno di divieto e sotto una minacciosa scritta a caratteri cubitali che avverte si sta entrando in una “PROPRIETA’ PRIVATA”. Non valgono più della pisciata di un cane che marca il territorio. L’istituzione della proprietà privata, che si tende a dare per acquisita, difatti, è pura finzione; essa non è un diritto ma, appunto, un’istituzione e come tale viene considerata – da chi è a capo delle istituzioni, claro – temporanea e revocabile e pertanto non possiamo disporne a nostro piacere.
Fosse un diritto, ci sarebbe consentito di difenderla come, bene o male, ci è consentito difendere la nostra vita. Purtroppo non è così, come sembrano dimostrare le dichiarazioni degli inquirenti che “indagano” sul caso dell’omicidio dei due rapinatori nella gioielleria del catanese.
Il gioielliere era armato ed ha fatto secchi i due tizi, probabilmente mentre si davano alla fuga dopo aver saccheggiato il negozio. Magistratura e Polizia hanno detto ai giornalisti che “stanno verificando se si è trattato di legittima difesa”.
Dico, c’è bisogno di indagare? Due armati e incappucciati, mi minacciano e mi rapinano e voi vi chiedete se si tratta di legittima difesa?

Read Full Post »